attività09

I.   Il nuovo Statuto

    Il 24 dicembre 2009 il Santo Padre ha approvato il nuovo Statuto del Pontificio Comitato dei Congressi Eucaristici Internazionali e ne ha disposto l’immediata entrata in vigore. Il nuovo Statuto, che riformula quello del 2 aprile 1986, ora abrogato, aggiorna la normativa vigente riguardo alla fisionomia e alle competenze del Comitato.

    La necessità di una revisione dello Statuto del 1986 era stata presentata alla Segreteria di Stato lo scorso mese di aprile con la formulazione di alcuni emendamenti resi necessari dalla nuova Configurazione dell’Organico del personale posto alla dipendenza dall’APSA e dalla necessità di rendere più efficace l’azione del Pontificio Comitato per i Congressi Eucaristici Internazionali in conformità alle sue competenze ed alla prassi consolidata.

    Tra le novità del nuovo Statuto vi è anzitutto la precisazione della fisionomia attuale del Ponti-ficio Comitato. Il suo Organico, inserito nel contesto della Curia Romana, risulta ora composto dal Presidente e dagli Officiali della Segreteria. Le sue competenze sono state arricchite mediante:

- la collaborazione alla celebrazione dei Congressi Eucaristici Nazionali (art. 3/a);

- il coordinamento dell’attività delle aggregazioni di fedeli in vista dei Congressi Eucaristici (art. 3/d);

- l’estensione dei compiti della Plenaria del Comitato che, oltre alle consuete incombenze; si assume anche il compito di favorire l’attuazione dei voti emessi dai Congressi Eucaristici Internazionali (art. 7);

- la comunicazione ufficiale del luogo scelto per il Congresso (art. 27);

- l’impegno del dopo-Congresso affinché ciascuno di questi eventi internazionali possa portare frutto di rinnovamento per la vita del mondo (art. 29);

- l’utilizzo di eventuali fondi facenti capo al Pontificio Comitato.

 

II. «Suggerimenti e proposte per la preparazione dei Congressi Eucaristici»

    In vista del Consiglio di Presidenza del 31 marzo 2009, la segreteria del Pontificio Comitato ha preparato un testo dal titolo «Suggerimenti e proposte per la preparazione dei Congressi Eucaristici». In questo “vademecum” vengono delineati il senso e le modalità essenziali per la celebrazione di un Congresso Eucaristico in differenti ambiti locali e varie situazioni culturali. Dopo un breve excursus storico che delinea la fisionomia dei Congressi Eucaristici e la loro attualità vengono proposte, sulla base delle esperienze maturate durante l’ultimo secolo, alcune linee fondamentali per la celebrazione di un Congresso “oggi” e per la stesura concreta di una agenda operativa. Una scheda bibliografica aggiornata chiude il documento.

    Il testo in questione è stato redatto come uno strumento per aiutare l’animazione e il coordina-mento dei Congressi Eucaristici Na­zionali e per promuovere una celebrazione fruttuosa e un culto sempre più autentico del Mistero dell’Eucaristia, allargando così l’influenza benefica dei Con­gressi Internazionali. Inoltre il testo vuole operare un’intelligente promozione dei Congressi Eucaristici a qualsiasi livello al fine di coinvolgere ed integrare, nel movimento del rinnovamento liturgico contemporaneo e nel cammino della nuova evange­lizzazione, tutte le manifestazioni del culto eucaristico fuori della Messa e le associazioni e i movimenti che, a vario titolo, dall’Eucari-stia traggono ispira­zione.

 

III. L’attività istituzionale del Pontificio Comitato

 

Il Consiglio di Presidenza

    Martedì 31 marzo 2009 il Consiglio di Presidenza del Pontificio Comitato per i Congressi Eucaristici Internazionali ha riunito, insieme con i membri di diritto e su invito del Presidente, S. E. Mons. Diarmuid Martin Arcivescovo di Dublino, luogo di svolgimento del prossimo Congresso Eucaristico Internazionale. Dopo il saluto e l’introduzione del Presidente e il rapporto annuale della attività del Pontificio Comitato, in accordo con il programma di massima concordato nell’autunno del 2008, Mons. Martin ha presentato tre temi individuati dalla Conferenza Episcopale Irlandese in vista del Congresso di Dublino, sottolineando il fatto che nel 2012 ricorrerà il 50° anniversario dell’apertura del Concilio Vaticano II.

    Dopo la sua presentazione dei temi e gli interventi dei membri del Comitato, si è convenuto che il tema del Congresso di Dublino 2012 potrebbe prendere spunto dal numero 7 della Costituzione conciliare Lumen Gentium che presenta l’Eucaristia come «Comunione con Cristo e tra di noi».

    Il Consiglio di Presidenza ha poi analizzato il testo «Suggerimenti e proposte per la preparazione dei Congressi Eucaristici» e lo ha ritenuto un utile strumento da affidare ai Delegati nazionali e alle rispettive Conferenze Episcopali. Il testo risponde, infatti, agli interrogativi frequenti sulla fisionomia del Congresso Eucaristico, sulla preparazione e la celebrazione, sugli strumenti necessari, sulle prospettive da tenere presenti e sulle modalità da seguire per la costituzione del Comitato locale, per la scelta del luogo, del tema, della data, del programma.

    Il Consiglio di Presidenza, infine, dopo una breve analisi delle proposte di variazione dello Statuto e dopo aver convenuto sulla loro necessità, anche sulla base dell’esperienza recente di Québec, il Consiglio di Presidenza ha approvato all’unanimità il voto che «Non si sovrappon­gano, nello stesso anno, due grandi eventi del “magistero itinerante” della Chiesa e che il Papa presieda, per quanto possibile, la Statio orbis».

          

La nomina dei Delegati Nazionali

    Nel mese di Settembre, tramite lettera circolare, si è richiesto alle Conferenze episcopali che non avevano ancora provveduto, di procedere alla nomina di un Delegato Nazionale in vista della Plenaria che si terrà nel novembre 2010. Secondo lo Statuto del Pontificio Comitato, i Delegati Nazionali sono nominati allo scopo di dare un contributo essenziale celebrazione del Congresso Eucaristico Internazionale e di  far conoscere questo evento nei loro rispettivi Paesi.

    Nello stesso tempo è iniziata l’attività di organizzazione della riunione Plenaria del Pontificio Comitato con la scelta del luogo, degli oratori e la stesura di un programma di massima.

 

Sito internet

    Nel corso dell’estate 2009 è iniziato il rinnovamento del sito internet del Pontificio Comitato (www.congressieucaristici.va) al fine di rendere più efficace ed immediata la sua consultazione ed offrire in tempi ragionevolmente veloci i materiali in preparazione al prossimo Congresso di Dublino. Nell’occasione è stata resa disponibile gran parte dei discorsi, catechesi ed omelie tenuti nel corso della settimana congressuale di Québec 2008 oltre ad altri interventi riguardanti la fisionomia o l’opera del Pontificio Comitato. La segreteria del Comitato è inoltre impegnata per migliorare questo servizio ritenuto fondamentale per la comunicazione.

 

Congressi Eucaristici Nazionali

    Affinché la Statio Orbis celebrata ogni quattro anni non resti un momento isolato ma appaia come il culmine del cammino eucaristico della Chiesa rinnovata nella fede e nella comunione, il Pontificio Comitato si è sempre preoccupato di promuovere i Congressi Eucaristici Nazionali e di collaborare alla loro celebrazione. Tali eventi restano, infatti, uno straordinario strumento per allargare l’influenza benefica dei Congressi Internazionali e per promuovere una celebrazione fruttuosa e un culto sempre più vero del Mistero della fede nelle Chiese particolari.

    In questo quadro si colloca la collaborazione con il Comitato italiano in vista del 25° Congresso Eucaristico Nazionale italiano che si celebrerà ad Ancona dal 4 all’11 settembre 2011. Secondo la consuetudine anche il Pontificio Comitato, attraverso i suoi officiali, è stato invitato a partecipare alle riunioni della Commissione locale ed alla preparazione dell’evento.

    Sempre in quest’ambito, alla fine del mese di ottobre, il Presidente Mons. Piero Marini si è recato a Palencia (Spagna) per partecipare alle Jornadas Nacionales de Liturgia che aveva come oggetto la preparazione al X Congresso Eucaristico Nazionale che avrà luogo a Toledo nel giugno 2010. Al convegno di Palencia il Presidente del Pontificio Comitato è intervenuto con la relazione: «Celebrar hoy los Congresos Eucarísticos» nella quale ha presentato il fenomeno dei Congressi Eucaristici a partire dal loro sviluppo storico fino ad identificare le diverse dimensioni che si intrecciano nella loro celebrazione.

 

IV. La preparazione del Congresso di Dublino

 

    Dopo la discussione nel Consiglio di Presidenza, una riflessione ulteriore all’interno del Comitato e i ripetuti contatti epistolari, il Presidente del Comitato locale per la preparazione del Congresso di Dublino 2012  Mons. Diarmuid Martin ha presentato al Pontificio Comitato il tema scelto per il prossimo Congresso con una breve giustificazione teologica. L’Arcivescovo di Dublino ha presentato anche, d’intesa con la Conferenza episcopale irlandese, la data della settimana celebrativa conclusiva.

    Il Santo Padre, nell’udienza concessa al Cardinal Segretario di Stato il 22 giugno, ha approvato il tema e la data del prossimo Congresso Eucaristico Internazionale che avrà luogo a Dublino dal 10 al 17 giugno 2012 sul tema «The Eucharist: Communion with Christ and with one another. L’Eucaristia: Comunione con Cristo e tra di noi».

    La formulazione del tema nasce dalla felice coincidenza della Celebrazione del Congresso con il 50° anniversario dell’inaugurazione del Concilio Vaticano II che, come afferma l’arcivescovo di Dublino, «è stato un momento di rinnovamento e di approfondimento dell’insegnamento della Chiesa e della sua autocomprensione come Corpo di Cristo e Popolo di Dio».

    Tale tema trova diretta ispirazione nel numero 7 della Costituzione Lumen Gentium: «Partecipando realmente del corpo del Signore nella frazione del pane eucaristico, siamo elevati alla comunione con lui e tra di noi: “Perché c'è un solo pane, noi tutti non formiamo che un solo corpo, partecipando noi tutti di uno stesso pane” (1 Cor 10,17). Così noi tutti diventiamo membri di quel corpo (cfr. 1 Cor 12,27), “e siamo membri gli uni degli altri” (Rm 12,5)».

    La riunione della Chiesa universale a Dublino nel 2012 – secondo quanto espresso da Mons. Martin – dovrebbe aiutare a comprendere l’Eucaristia come vera e personale comunione con Gesù Cristo e riscoprire la fisionomia essenzialmente Eucaristica di ogni comunità cristiana».

    Intanto nella diocesi di Dublino, fin dall’inizio del 2009 è iniziata la formazione sia del Comitato locale che si occuperà della preparazione all’evento del 2012, sia del comitato teologico impegnato nella stesura del testo-base. Presidente di diritto della macchina organizzativa è l’arcivescovo Mons. Diarmuid Martin; il Segretario è il Rev. Kevin Doran, consultore della Congregazione per l’Educazione cattolica e già Segretario generale del Servizio europeo delle vocazioni.

    Nel corso del 2009 il Comitato locale si è incontrato tre volte stabilendo la formazione di sei sotto-comitati, individuando i punti forti del programma congressuale, identificando alcuni luoghi per lo svolgimento del Congresso. Nel frattempo una Commissione Teologica ha già concluso la stesura di una prima bozza del documento richiesto. Tutta la Chiesa irlandese, inoltre, ha voluto dare un segno concreto di partecipazione decidendo che, in vista del 2012, si tengano tre collette nazionali per raccogliere fondi per il Congresso. La prima di esse si è svolta nella festa del Corpus Domini 2009.

    Il Presidente del Pontificio Comitato S.E. Mons. Marini, invitato dall’arcivescovo di Dublino, ha partecipato alla riunione plenaria della Conferenza Episcopale irlandese che si è svolta lo scorso 9 giugno a Maynooth. Il Presidente ha tenuto all’assemblea dei vescovi un intervento su «La fisionomia dei Congressi Eucaristici tra storia e attualità». La conferenza è stato parzialmente pubblicata sull’Osservatore Romano del 23 settembre 2009. Nell’occasione, Mons. Marini ha avuto contatti con diversi vescovi, con il Nunzio e con il Comitato locale con il quale ha visionato alcune strutture atte allo svolgimento del Congresso.

    Consultazioni abituali, infine, sono state instaurate tra il Segretario del Comitato locale e la Segreteria del Pontificio Comitato.

CEBU-FLAGN

Profilo

    Il primo Comitato permanente per i Congressi Eucaristici Internazionali è nato in Francia nella primavera del 1881 con la benedizione di Leone XIII. Esso raccoglieva i frutti dell’apostolato di san Pierre-Julien Eymard, «apostolo... Continua


INFORMAZIONI

Palazzo San Calisto

00120 Città del Vaticano

Tel.: +39.06.69.88.73.66

Fax: +39.06.69.88.71.54

E-mail: eucharistcongress@org.va

POST-IT