PRESIDENTI1

1881: Mons. Louis Gaston Adrien de Segur,

SEGUR

Canonico di Saint-Denis (Francia).

    Nato il 15 aprile 1820 a Parigi da una famiglia aristocratica, si orienta dapprima verso la diplomazia poi si prepara al sacerdozio ed è ordinato sacerdote a Parigi il 18 dicembre 1847. Confessore, scrittore è nominato uditore della Sacra Rota a Roma dal 1852 al 1856.

    Protonotario apostolico, egli porta il titolo di Monsignore senza essere stato ordinato vescovo. Diventato cieco, ritorna a Parigi dove pubblica numerosi libri di pietà tra cui il notissimo «La Francia ai piedi del SS. Sacramento», riceve e consiglia dei fedeli, sostiene molte opere soprattutto eucaristiche.

    Porta il suo concorso all’Adorazione perpetua e prepara il primo Congresso eucaristico internazionale che si terrà a Lille dal 28 al 30 giugno 1881 ma muore poco prima, il 9 giugno 1881.

1881-1882: Mons. François Alexandre Rouillet de La Bouillerie

220px-Mgrdelabouillerie-2

Arcivescovo titolare di Perga ed ausiliare di Bordeaux.

    Nato a Parigi nel 1810, fa degli studi di diritto nella capitale francese e poi di teologia al Collegio romano a Roma, dove viene ordinato sacerdote nel 1841. Nel 1842 è nominato vicario generale di Parigi, incaricato delle opere di pietà: così nel 1843 fonda l’adorazione perpetua delle Quarantore con la signorina de Maurois; nel 1848 l’adorazione notturna con Hermann Cohen e Monte de Benque a Santa Maria delle Vittorie. Si occupa anche delle opere sociali per i giovani operai con l’aiuto di Armand de Melun. Nominato vescovo di Carcassonne il 5 febbraio 1855, egli riceve l’ordinazione episcopale il 20 maggio seguente a Notre-Dame.

    Nominato coadiutore del cardinale Donnet, arcivescovo di Bordeaux il 3 giugno 1872, non gli succede e muore l’8 luglio 1882. Nominato presidente del Comitato permanente dei Congressi il 29 giugno 1881. Lavorò alla preparazione del secondo Congresso che si tenne ad Avignone dal 13 al 17 settembre 1882.

 

1882-1885: Mons. Alfred Duquesnay

DUQUESNAY

Arcivescovo di Cambrai (Francia).

Nato a Rouen il 23 settembre 1814, dopo gli studi ad Amiens fu ordinato prete il 25 maggio 1839 ed entrò tra i  Missionnaires de France fondati da padre Jean-Baptiste Rauzan. Canonico onorario di Parigi e professore di Sacra Eloquenza alla Sorbona (1853), egli fu chiamato a predicare alle Tuileries. Le sue relazioni con la Corte, con gli ambienti universitari e la borghesia parigina gli permisero di interessare un gran numero di persone alle sue opere in favore dei poveri e dei malati. L’Arciconfraternita di Notre-Dame dei malati da lui fondata giunse a contare più di sei mila associati che reggevano un dispensario gratuito per i malati indigenti.

    Nominato vescovo di Limoges il 16 ottobre 1871, fu consacrato vescovo a Saint-Sulpice. Arcivescovo di Cambrai il 13 maggio 1881, nel luglio 1882 accettò la successione a Mons. de La Bouillerie come Presidente del Comitato permanente per i Congressi.. Fu a lui che Leone XIII, nel 1883, indirizzò il Breve con il quale autorizzava e benediva il Congresso di Liegi celebrato dal 5 al 10 giugno dello stesso anno. Morì il 15 settembre 1884.

1885-1890: Mons. Gaspard Mermillod

GASPARD MERMILLOD

Vescovo di Lausanne e Genève e poi Cardinale.

    Nato a Carouge il 22 settembre 1824, fu  uno dei più attivi rappresentanti del cattolicesimo sociale.

    Nel 1864 venne nominato da Pio IX vescovo ausiliare di Losanna e Ginevra, con residenza a Ginevra. Al Concilio Vaticano I  cui partecipò, fece parte parte del partito favorevole alla definizione del dogma della infallibilità papale. Di ritorno a Ginevra, venne espulso dalla Svizzera e si rifugiò in Francia, ove iniziò una serie di dibattiti e conferenze sulla questione operaia.

    Ritornato in Svizzera nel 1883, venne nominato da Leone XIII vescovo di Losanna e Ginevra. Fondò l'Unione di Friburgo, considerata una tra le organizzazioni che ispirarono l'enciclica Rerum Novarum di Leone XIII.

    Alla fine del 1884 succedette a Mons. Duquesnay alla presidenza del Comitato permanente per i Congressi. Preparò i Congressi di Friburgo nel 1885, quello di Tolosa nel 1886 e quello di Parigi nel 1888. Nominato cardinale nel concistoro del 23 giugno 1890, non poté presiedere il Congresso di Anversa che si celebrò dal 16 al 21 agosto dello stesso anno.

    Trasferitosi a Roma, vi morì il 23 febbraio 1892 all'età di 67 anni.

1890-1901: Mons. Victor-Joseph Doutreloux

DOUTRELOUX

Vescovo di Liège (Belgio)

    Nato nel 1837, dottore in teologia dell’università gregoriana di Roma, egli divenne nel 1871 presidente del Gran Seminario di Liegi. Coadiutore di Mons. de Montpel-lier, gli successe come vescovo di Liegi il 24 agosto 1879. Uomo di profonda pietà e desideroso di allargare l’influenza della Chiesa sull’opinione pubblica, accolse nel 1883 il terzo Congresso eucaristico internazionale.

    Negli anni seguenti, il suo episcopato fu segnato da prese di posizione coraggiose intorno alla questione sociale che sfociarono nel Congresso sociale di Liegi 1886. Nel frattempo egli continuò ad impiantare il movimento eucaristico nella sua diocesi e ad interessarsi ai Congressi internazionali partecipando attivamente a quello di Parigi del 1888.

    Dopo il Congresso di Anversa, il 26 ottobre del 1890, egli fu nominato Presidente del Comitato permanente e conserverà questa funzione fino alla sua morte avvenuta il 24 agosto 1901, quindici giorni prima dell’apertura del 13° Congresso di Angers.

1901-1941: Mons. Louis Heylen

Thomas_Louis_Heylen_-_Namur

Vescovo di Namur (Belgio)

    Nato in provincia di Anversa il 5 febbraio 1856, dopo gli studi secondari al collegio gesuita di Turnhout, Louis Heylen entrò nell’ordine premostratense presso l’abbazia di Tongerlo nell’agosto 1875. Insieme con l’abito religioso prese il nome di religione di Tommaso di Canterbury e sarà d’allora in poi conosciuto come Thomas-Louis Heylen.

    Ordinato sacerdote l’11 giugno del 1881 a Malines, proseguì i suoi studi a Roma dobe ottenne il dottorato in Teologia e diritto canonico all’università gregoriana.

    Eletto abate di Tongerlo nel 1887 e poi vicario generale dell’Ordine per il Belgio, due anni più tardi fu nominato vescovo di Namur da Leone XIII. Consacrato nella cattedrale di Namur il 30 novembre, iniziò un episcopato che sarebbe durato 42 anni.

    Conosciuto per la sua devozione eucaristica, alla fine del 1901 fu nominato Presidente del Comitato permanente per i Congressi eucaristici internazionali e a partire dal Congresso celebrato nella sua città episcopale nel 1902, organizzerà ben 21 Congressi sino allo scoppio della seconda guerra mondiale.

    Durante la grande guerra del 1915, mentre sul territorio della diocesi si combattono battaglie sanguinose, Heylen offre più volte se stesso per la salvezza dei suoi concittadini, visita le parrocchie , organizza i soccorsi e le ricerche dei dispersi, tanto che la sua fermezza e il suo coraggio gli valsero numerose onorificenze dopo la guerra.

    Conte romano, assistente al soglio pontificio, morirà il 28 ottobre 1941 nel suo episcopio.

 

Maynooth
PRESIDENTI2

1950-1953: Mons. Alexandre Vachon

A. VACHON

Arcivescovo di Ottawa (Canada).

Presidente dal maggio 1950 al 30.03.1953

 

    Nato a Saint-Raymond de Portneuf il 16 agosto 1885, fece i suoi studi al Seminario e all’università Laval di Québec,  all’università di Harvard e al Massachusett’s Institute of Tecnology. Ordinato sacerdote il 22 maggio 1910 si dedicò all’insegnamento diventando professore di Chimica all’università Laval e, in seguito, decano della facoltà di Scienze e poi, nel 1939, Rettore e superiore generale del Seminario.

    Nel maggio del 1940 succedette a Mons. Forbes sulla cattedra arcivescovile di Ottawa. Così lo scinziato appassionato si trasformò in un pastore benvoluto da tutti.

    Nominato Conte romano ed assistente al Soglio Pontificio nel 1947, nel maggio del 1950 fu nominato da Pio XII presidente del comitato permanente dei Congressi eucaristici internazionali. Dopo il successo del Congresso di Barcellona nel 1952, mentre lavorava all’impostazione del Congresso di Rio de Janeiro, morì a Dallas il 30 marzo 1953 per una crisi cardiaca.

1953-1962: José da Costa Nunes

da Costa Nunes

Arcivescovo di Goa (India) e Patriarca delle Indie Orientali

Presidente dal 6.07.1953 al 19.03.1962

 

    Nato a Candelaria (Azzorre) il 15 marzo 1880. Ordinato sacerdote nel 1903 e nominato vescovo di Macao nel 1920. Nel 1940 fu nominato arcivescovo di Goa e Damão, e quindi titolare di Odessa e Patriarca delle Indie Orientali.

    Lavorò alla preparazione del Congresso internazionale di Rio de Janeiro nel 1955 e di quello di Monaco nel 1960. La sua presidenza ebbe termine quando Giovanni XXIII lo elevò al rango di Cardinale  nel concistoro del 19 marzo 1962. Morì il 29 novembre 1976 all'età di 96 anni.

1962-1969: Mons. Gregorio Modrego y Casáus

Dr.+Modrego

Arcivescovo di Barcelona (Spagna).

Presidente dal 20.06.1962 al 22.02.1969

 

    Nacque il 17 novembre 1890 in El Buste, provincia di Saragoza e diocesi di Tarazona. Dopo gli studi presso il seminario di Tarazona e la Pontificia Università Gregoriana di Roma, fu ordinato sacerdote il 14 maggio 1914.

    Nel 1936, poco prima della guerra civile spagnola, fu nominato vescovo titolare di Aezani e ausiliare del Cardinal Isidro Gomá di Toledo. Nel 1942 fu nominato da Pio XII arcivescovo di Barcellona. Nella città catalana organizzò il 35° Congresso Eucaristico Internazionale del 1952.

    Nel 1962 Giovanni XXIII lo nominò presidente del Comitato per i Congressi Eucaristici e come tale collaborò alla preparazione e alla celebrazione dei Congressi di Bombay, 1964 e di Bogotà nel 1968, entrambi benedetti dalla presenza di Paolo VI. Morì il 6 gennaio 1972 a Barcellona.

1969-1973: Cardinale Lawerence Shehan

SHEHAN

Arcivescovo di Baltimora (USA)

Presidente dal 22.02.1969 al 9.08.1973

 

    Nato a Baltimora il 18 marzo 1898, dopo gli studi al Saint Mary’s Seminary di Baltimora, si perfezionò al Pontificio Ateneo Urbaniano “De Propaganda Fide” di Roma.

    Ordinato sacerdote il 22 dicembre 1922, rientrò a Baltimora ove rimase dal 1923 al 1939 per poi passare all'arcidiocesi di Washington dal 1939 al 1947 dove fu direttore della Caritas.

    Eletto vescovo ausiliare di Baltimora il 17 novembre 1945, fu poi trasferito alla sede di Bridgeport il 25 agosto 1953 e divenne arcivescovo di Baltimora l’8 dicembre 1961, prendendo parte al Concilio Vaticano II negli anni 1962-1965.

    Creato cardinale presbitero nel Concistorio del 22 febbraio 1965, partecipò alla prima assemblea ordinaria del Sinodo dei Vescovi in Vaticano nel mese di ottobre 1967. Presidente della Comitato permanente per i Congressi Eucaristici Internazionali nel febbraio del 1969, preparò il 40º Congresso Eucaristico Internazionale di Melbourne del 1973 e vi partecipò come Legato Pontificio.Morì il 26 agosto 1984.

1973-1983: Cardinale James Knox

Card. Knox

Prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti

Presidente dal 9.08.1973 al 26.06.1983

 

    Nacque nell'Australia occidentale da una famiglia di origine irlandese il 2 marzo 1914. Studiò in Australia e poi al Pontificio Ateneo Urbaniano. Dopo la sua ordinazione sacerdote avvenuta a Roma il 22 dicembre 1941, fu cappellano e vicerettore del Pontificio Ateneo Urbaniano fino al suo ingresso nella Segreteria di Stato della Santa Sede.

    Nel 1953, dopo tre anni trascorsi in Giappone come segretario del delegato apostolico, fu nominato arcivescovo e delegato apostolico nell'Africa britannica. Il 14 febbraio 1957 fu nominato “Internunzio” apostolico in India dal 1957 e delegato apostolico in Birmania e Ceylon.  Organizzò la storica visita di Papa Paolo VI in India nel dicembre del 1964, in occasione del 38° Congresso eucaristico internazionale.

    Nel 1967 fu nominato arcivescovo di Melbourne e, sei anni dopo, Paolo VI lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 5 marzo 1973.

    Prefetto della Congregazione per i Sacramenti e il Culto Divino dal gennaio del 1974, svolse per quasi dieci anni il ruolo di Presidente del Pontificio Comitato per i Congressi eucaristici internazionali preparando quello di Philadelphia del 1976 (ove fu anche Legato Pontificio) e di Lourdes nel 1981.

    Morì a Roma il 26 giugno 1983.

1983-1991: Cardinale Opilio Rossi

Card. Opilio Rossi

Presidente del Pontificio Consiglio per i Laici

Presidente dal l’8 aprile 1984 al 3 febbraio del 1991.

 

    Il Cardinale Opilio Rossi, del clero di Piacenza-Bobbio (Italia),  è nato a New York il 14 maggio 1910 da genitori italiani, poi rientrati in Italia. Compiuti gli studi nel Collegio Alberoni di Piacenza, si trasferì a Roma, dove si laureò in diritto canonico nell'istituto giuridico Sant'Apollinare con una tesi su San Basilio. 

    Ordinato sacerdote l'11 marzo 1933 a Roma, proseguì gli studi seguendo i corsi della Pontificia Accademia Ecclesiastica e nel settembre del 1937 entrò nel servizio diplomatico della Santa Sede quale addetto alla Segreteria di Stato. Dopo le prime esperienze come segretario nelle nunziature in Belgio ed in Olanda, svolse funzioni di uditore nella nunziatura di Berlino dal 1940 al 1945 e alla fine della guerra fece ritorno alla nunziatura d'Olanda, per passare di nuovo in Germania con la terza missione pontificia, elevata poi a grado di nunziatura e della quale fece parte come consigliere.

    Eletto alla Chiesa titolare Arcivescovile di Ancira il 21 novembre 1953 e consacrato il 27 dicembre 1953, fu nominato da Pio XII Nunzio Apostolico in Ecuador. Dalla nunziatura di Quito, nella quale rimase fino al 1959, venne successivamente chiamato a reggere la nunziatura apostolica in Cile, e da lì il 23 settembre del 1961 Giovanni XXIII lo inviava alla nunziatura apostolica in Austria, ove è rimasto fino al 1974. Rientrato a Roma e creato Cardinale, il 10 dicembre 1976 da Paolo VI, è stato nominato Presidente del Pontificio Consiglio per i Laici e del Pontificio Comitato per la Famiglia. Ha diretto il Comitato per la Famiglia fino al 1981 ed il Pontificio Consiglio per i Laici fino all'8 aprile 1984. Dal 1984 al 14 settembre 1993, è stato Presidente della Commissione Cardinalizia per i Pontifici Santuari di Pompei, Loreto e Bari.Quindi è stato Presidente del Pontificio Comitato per i Congressi Eucaristici Internazionali, dal 5 dicembre 1983 fino a tutto il 1990.

    È deceduto il 9 febbraio 2004.

1991-2001: Cardinale Edouard Gagnon

Cardinal 4x5 Web

Presidente emerito del Pontificio Consiglio per la Famiglia (Canada)

Presidente dal 3 gennaio 1991 fino al marzo 2001

 

    Sulpiziano, naque il 15 gennaio 1918 a Port Daniel, una cittadina sulla costa atlantica in diocesi di Gaspé, nello stato del Québec (Canada), il 15 gennaio 1918. Seguendo la famiglia, tre anni dopo si trasferì a Montréal, ove ha compiuto gli studi elementari e secondari negli Istituti dei Fratelli delle Scuole Cristiane.

    Nel 1936 ha intraprese gli studi teologici nel Seminario maggiore di Montréal e nella Facoltà di Teologia sotto la guida dei Padri Sulpiziani.

    Ordinato sacerdote il 15 agosto 1940, dal 1941 al 1944 conseguì il dottorato in Diritto Canonico presso l'Università Laval di Québec. Compiuto il noviziato dei Padri Sulpiziani, nel 1945, nel 1954 fu nominato Rettore del Seminario maggiore di San Bonifacio (Manitoba) poi di Manizales, in Colombia. Partecipò alla fase conclusiva dei lavori del Concilio Vaticano II come perito. Quindi, dal 1966 al 1970, ha ricoperto la carica di Superiore provinciale dei Sulpiziani per il Canada, il Giappone e l'America Latina.

    Eletto Vescovo di Saint Paul in Alberta il 19 febbraio 1969, il 3 maggio 1972 si trasferì a Roma come Rettore del Pontificio Collegio Canadese. Appena un anno dopo, Paolo VI lo chiamò alla guida del Comitato per la Famiglia. Nel 1985 divenne presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia e fu nominato cardinale da Giovanni Paolo II nel concistoro del 25 maggio dello stesso anno. Dal gennaio 1991 al marzo 2001 fu  Presidente del Pontificio Comitato per i Congressi Eucaristici Internazionali, preparando e celebrando gli appuntamenti di Siviglia (1993) Wrocłav (1997) e Roma (2000).

    Morì a Montréal il 25 agosto 2007.

2001-2007: Cardinale Jozef Tomko

TOMKO

Prefetto emerito della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli (Slovacchia)

Presidente dal 15 ottobre 2001 al 1° ottobre del 2007

 

    Nato a Udavské (Arcidiocesi di Košice, Repubblica Slovacca) l’11 marzo 1924, dopo gli studi presso la Facoltà di Teologia di Bratislava venne a Roma dove frequentò il Pontificio Ateneo Lateranense e la Pontificia Università Gregoriana.

    Ordinato sacerdote il 12 marzo 1949, per quindici anni (dal 1950 al 1965) è stato Vice-Rettore del Pontificio Collegio Nepomuceno a Roma e dal 1962 al 1974 lavorò per la Congregazione per la Dottrina della Fede. Il 12 luglio 1979 è stato nominato Segretario Generale del Sinodo dei Vescovi ed eletto Arcivescovo, carica che ha tenuto per sei anni.

    Il 24 aprile del 1985 Giovanni Paolo II lo nomina Prefetto della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli per sedici anni, fino al 9 aprile del 2001. Creato e pubblicato Cardinale da Giovanni Paolo II nel Concistoro del 25 maggio 1985, è stato presidente delegato all’Assemblea speciale per l’Asia del Sinodo dei Vescovi (1998).

    Dal 15 ottobre 2001 al 1° ottobre 2007 è stato Presidente del Pontificio Comitato per i Congressi Eucaristici Internazionali. Preparò i Congressi di Guadalajara (2004) e Quebéc (2008) presiedendoli anche come Legato Pontificio.

2007: Mons. PIero Marini

QUADRO.SE.

Arcivescovo titolare di Martirano

Presidente dal 1° ottobre 2007

 

    Mons. Piero Marini è nato a Valverde, provincia di Pavia, diocesi di Bobbio (Piacenza-Bobbio) il 13 gennaio 1942. Mons. Marini ha studiato teologia nel seminario di Bobbio. Nel 1970, dopo aver ottenuto la licenza, ha conseguito la laurea in teologia con specializzazione in liturgia presso il Pontificio Istituto Liturgico di S. Anselmo in Roma. Nel 1981 ha conseguito una seconda laurea in scienze politiche presso la Libera Università Internazionale degli Studi Sociali di Roma.

    Ordinato sacerdote il 27 giugno 1965, nel settembre dello stesso anno ha iniziato la propria attività lavorativa nella Curia Romana e precisamente nel “Consilium ad exsequendam Constitutionem de sacra Liturgia”, lavorando poi nei vari Organismi della Santa Sede che hanno diretto l’attuazione della riforma liturgica del Concilio Vaticano II: dal 1970 al 1975 nella Congregazione per il Culto Divino e dal 1975 al 1987 nella Congregazione per i Sacramenti e il Culto Divino.

    Il 24 febbraio 1987 il Santo Padre Giovanni Paolo II lo nominava Maestro delle Celebrazioni Liturgiche Pontificie. Da allora in poi  Mons. Marini ha organizzato e curato lo svolgimento delle celebrazioni liturgiche di tutti i viaggi apostolici del Santo Padre sia in Italia che in altri Paesi. Egli ha accompagnato il Santo Padre in settantaquattro viaggi apostolici fuori Italia visitando oltre cento Paesi nei diversi continenti. Per ogni viaggio Mons. Marini ha fatto un sopralluogo preparatorio e ha preparato un apposito Libro liturgico, stampato dalla Tipografia Vaticana, che riporta sia i testi che le sequenze rituali.

    Speciale cura Mons. Marini ha dedicato alla preparazione e allo svolgimento delle celebrazioni presiedute dal Papa durante il Grande Giubileo del 2000, le grandi celebrazioni di apertura e di conclusione dei Sinodi continentali e, ancora di più, l'apertura della Porta Santa delle quattro Basiliche romane.

    Il 14 febbraio 1998 Mons. Marini è stato eletto alla sede tit. di Martirano e ordinato Vescovo il 19 marzo 1998 dal Santo Padre Giovanni Paolo II nella Basilica di S. Pietro in Vaticano. Nell’omelia il Papa ha rivolto a Mons. Marini queste parole: “Lo Spirito consacra te, caro Mons. Piero Marini della diocesi di Piacenza-Bobbio, da anni mio Maestro delle Celebrazioni Liturgiche. Con questo compito tu mi sei accanto nei momenti più sacri ed hai sempre compiuto con apprezzata dedizione il compito liturgico che ti ho affidato, accompagnandomi fedelmente dovunque il ministero petrino mi ha portato. Il carattere episcopale non potrà che perfezionare la tua sensibilità e il tuo zelo, per la gloria di Dio e l’edificazione spirituale dei fedeli”. Il 29 settembre 2003, in occasione del XXV di Pontificato, il Santo Padre Giovanni Paolo II ha elevato S.E. Mons. Piero Marini alla dignità Arcivescovile.

    Il 1° ottobre 2007, Papa Benedetto XVI, nominava Mons. Marini Presidente del Pontificio Comitato per i Congressi Eucaristici Internazionali.

    A seguito della nomina Mons. Marini ha promosso il rinnovamento del Pontificio Comitato sia rinnovando e ampliando i locali che costituendo il nuovo organico del Personale. È stato inoltre aggiornato lo Statuto proprio del Pontificio Comitato e favorita la celebrazione dei Congressi Eucaristici Nazionali anche attraverso la presenza del Presidente in diversi Paesi.

CEBU-FLAGN

Profilo

    Il primo Comitato permanente per i Congressi Eucaristici Internazionali è nato in Francia nella primavera del 1881 con la benedizione di Leone XIII. Esso raccoglieva i frutti dell’apostolato di san Pierre-Julien Eymard, «apostolo... Continua


INFORMAZIONI

Palazzo San Calisto

00120 Città del Vaticano

Tel.: +39.06.69.88.73.66

Fax: +39.06.69.88.71.54

E-mail: eucharistcongress@org.va

POST-IT