PARIGI.CAPO

 

6. PARIGI (Francia) dal 2 al 7 luglio 1888.

Organizzato da: Mons. Richard, arcivescovo di Parigi;

Presidente: Mons. Mermillod.

Segretari generali: Can. Emmanuel Martin de Gibergues e M. Gustave Champeaux.

Tema degli studi:

Culto eucaristico a Parigi e nella sua provincia; il miracolo di Billettes;

il catechismo e la pietà dei fanciulli; il Sacro Cuore; la regalità di Cristo.

 

    Nel 1888, a due anni di distanza da quello di Tolosa, il Congresso Eucaristico si celebrò a Parigi. La metropoli, capitale dei Paesi francofoni e centro culturale europeo, aveva ormai dimenticato sia le umiliazioni della guerra franco prussiana (1870) che l’insurrezione della Comune (1871) e si preparava all’Esposizione universale del 1889, presentata come l’apoteosi del progresso moderno. Nel Campo di Marte, la Torre Eiffel era quasi completata e sul culmine di Montmartre il “Santuario del Voto” dedicato al Sacro Cuore cresceva tra mille difficoltà mentre artisti e scrittori sceglievano come luogo di vita e di lavoro il celeberrimo Quartiere Latino disteso all’intorno.

    Ma accanto alla città moderna che glorificava l’industria e le arti c’era anche la Parigi dall’intensa vita cristiana, in cui l’apostolato era più attivo che mai e lo zelo per la causa di Cristo più generoso che altrove. Nelle viscere della metropoli scettica e mondana, ribolliva una città vitale che pregava e adorava. Di questa fu testimone il Congresso delle Opere Eucaristiche che si aprì il 2 luglio nella Cattedrale di Notre-Dame a duecento anni dalle apparizioni del Sacro Cuore a Paray-le-Monial.

    L’Arcivescovo di Parigi nel suo discorso d’apertura proclamò che il Congresso sarebbe passato alla storia «come il Congresso dell’anno giubilare del nostro immortale Leone XIII (nel 1887 il papa aveva celebrato il giubileo sacerdotale) e come il Congresso dell’opera del Voto nazionale al Sacro Cuore». Il rapporto tra il Santissimo Sacramento e la devozione al Sacro Cuore occupò largo spazio del programma.

    Il celebre oratore domenicano Monsabré, davanti ad una folla di 10 mila persone assicurava: «È re colui al quale una nazione deve la sua esistenza ed suoi beni; è re colui che libera un popolo dalla tirannia che l’avvilisce e l’opprime; è re colui che riceve dal padrone supremo un appannaggio da lungo tempo promesso e acquistato a caro prezzo. Cristo è re a pieno titolo per tutte queste cose». Al di là degli oratori più acclamati, molti altri interventi si preoccuparono dei problemi pastorali della Chiesa: la catechesi, l’insegnamento religioso, la comunione frequente, le diverse forme associative.

    La cerimonia di chiusura del Congresso si tenne a Montmartre, alla basilica del Sacro Cuore ancora in costruzione. Dopo una notte d’adorazione che aveva riunito una folla di fervorosi congressisti, si celebrò la Messa pontificale e, nel pomeriggio inoltrato, dopo i Vespri solenni si formò la processione che si svolse nella cripta del Santuario. L’ostensorio venne portato dal nunzio Mons. Rutelli davanti a circa 20 mila persone che circondavano i ponteggi. Dalle porte della cripta si impartì la benedizione solenne sulla città.

    Poi, come ultimo atto, l’arcivescovo lesse la consacrazione al Sacro Cuore: «Apriteci, Sacro Cuore di Gesù, i tesori della vostra carità infinita. Che una goccia del vostro sangue divino, con tutta la sua potenza espiatrice, raduni ancora una volta questa Francia che voi avete amato e che, abbandonando i suoi errori, vuole restare fedele alla sua vocazione cristiana».

 

Nella foto sopra: Van Gogh, nel 1887, così vede Parigi dall'alto di Montmartre.

QUADRO-GIALLO

Precedente...

QUADRO-BLU

Seguente...

CEBU-FLAGN

Profilo

    Il primo Comitato permanente per i Congressi Eucaristici Internazionali è nato in Francia nella primavera del 1881 con la benedizione di Leone XIII. Esso raccoglieva i frutti dell’apostolato di san Pierre-Julien Eymard, «apostolo... Continua


INFORMAZIONI

Palazzo San Calisto

00120 Città del Vaticano

Tel.: +39.06.69.88.73.66

Fax: +39.06.69.88.71.54

E-mail: eucharistcongress@org.va

POST-IT