ANVERSA.CAPO

 

7. ANVERSA (Belgio) dal 16 al 21 agosto 1890.

Presidente: Cardinal Goossens, arcivescovo di Malines.

Segretari generali: M. Gustave Champeaux, Rev. Bogaerts.

Direttore dei lavori: Can. Didiot.

Tema degli studi:

L’Eucaristia e il Sacro cuore, le Opere eucaristiche in Belgio,

la beata Giuliana da Mont-Cornillon, san Norberto.

 

    Ad Anversa, una delle più importanti città del Belgio, situata alla foce del fiume Schelda, ricca di un’incomparabile cattedrale a sette navate illuminata dai quadri di Rubens, si celebrò il 7° Congresso Eucaristico Internazionale presieduto dal cardinale Pierre-Lambert Goossens, primate del Belgio.

    Vi parteciparono alcune migliaia di persone ospitate nei saloni del magnifico collegio dei Padri Gesuiti; tra di essi c’erano12 vescovi, tra i quali Mons. Corrigan di New York e Mons. Vaughan di Salford (GB).

    L’apertura del Congresso coincise con la popolarissima Festa della Madonna op’t Staaksken e così, per rispettare una tradizione vecchia di 5 secoli, la grande processione tradizionale del Congresso eucaristico fu celebrata il primo giorno. La statua della Vergine che procedeva tra un’immensa moltitudine, apriva la strada al Santissimo Sacramento  portato sotto un ricco baldacchino dal cardinal Goossens, scortato dai Vicari generali e dal corpo docente dell’università di Lovanio. In piazza Meyr, davanti al palazzo reale e alla casa di Rubens, era stato preparato un altare monumentale da cui si benedì la moltitudine.

    Al Congresso apparve in tutta la sua drammaticità la “questione sociale” che, appena un anno dopo, diventerà oggetto dell’enciclica Rerum novarum di Leone XIII. «La società moderna – diceva un oratore per sottolineare che l’Eucarista  è il mezzo ideale per risolvere le disuguaglianze sociali – ha innalzato e continua ad innalzare barriere sempre più alte tra le diverse classi. In alto, costumi pagani, in basso, nuovi appetiti… Si odono dappertutto grida di provocazione alla guerra civile».  

    Un cappellano delle  famose “fabbriche cristiane” della Val-des-Bois, fondate da León Harmel, descrisse le trasformazioni prodotte nell’anima dei lavoratori dal frequente contatto con l’Ostia Santa: «Di quegli lavoratori semplici ed ignoranti, l’Eucaristia ha fatto amici e apostoli della sua causa e del suo Regno, dopo aver fatto anzitutto di loro operai modelli, inaccessibili alle seduzioni delle dottrine perverse e dei cattivi esempi».

    Nella sezione delle Opere Eucaristiche fu presentata l’Opera per l’adorazione perpetua e le chiese povere fondata dalla signora de Méus mentre il futuro cardinal Vaughan intrattenne l’uditorio ricordando che l’Inghilterra cattolica, l’antica Dowry of Mary (= dote della Vergine), sempre si distinse per la sua devozione al Santissimo Sacramento. «Ed è per mezzo di questa devozione – aggiungeva - che ritornerà alla fede dei suoi padri».

    Lo sviluppo dei Congressi eucaristici è ben sintetizzato in un’assemblea generale dal direttore dei lavori, il can. Didiot: «Queste sublimi manifestazioni non hanno soltanto come loro scopo di rafforzare o di consolare la nostra fede e la nostra pietà … In Belgio e in Francia, dove il giansenismo e il rigorismo hanno praticamente negato l’amore reale di Gesù Cristo nella santa Eucaristia, noi abbiamo proclamato con una forza e con un ardore sempre crescente che il suo Divin Sacramento non è solo un oggetto sovrano di adorazione ma anche un nutrimento che si deve mangiare, una bevanda che deve essere assunta dalla moltitudine dei cristiani».

 

Nella foto: La città di Anversa con, in primo piano, la cattedrale dedicata a Notre-Dame.

QUADRO-GIALLO

Precedente...

QUADRO-BLU

Seguente...

CEBU-FLAGN

Profilo

    Il primo Comitato permanente per i Congressi Eucaristici Internazionali è nato in Francia nella primavera del 1881 con la benedizione di Leone XIII. Esso raccoglieva i frutti dell’apostolato di san Pierre-Julien Eymard, «apostolo... Continua


INFORMAZIONI

Palazzo San Calisto

00120 Città del Vaticano

Tel.: +39.06.69.88.73.66

Fax: +39.06.69.88.71.54

E-mail: eucharistcongress@org.va

POST-IT