PLENARIAN
31

La Plenaria, giorno dopo giorno

Dal 25 al 27 settembre 2014 ha avuto luogo, a Roma, l’Assemblea Plenaria del Pontificio Comitato per i Congressi Eucaristici Internazionali allo scopo di preparare il 51° Congresso che si svolgerà a Cebu, nelle Filippine, dal 24 al 31 gennaio 2016.

L'Assemblea plenaria, che è il momento più significativo per la collaborazione tra il Pontificio Comitato e i Delegati delle Chiese particolari (Statuto, nn. 6-7), si è tenuta a Villa Aurelia, con la partecipazione di una novantina di persone tra cui settantatre Delegati nazionali provenienti dai cinque continenti, il personale e i membri del Pontificio Comitato, la delegazione filippina guidata dall’Arcivescovo di Cebu ed alcuni invitati.

Nel primo incontro di giovedì 25 settembre, il Presidente del Pontificio Comitato S.E. Mons. Piero Marini, dopo il benvenuto ai presenti, ha tratteggiato per i Delegati nazionali la fisionomia del Pontificio Comitato, il compito dell’Assemblea plenaria e le linee guida del prossimo Congresso Eucaristico Internazionale che ruotano intorno alla dimensione missionaria dell’Eucaristia. Ha fatto seguito l’intervento di fratel Enzo Bianchi, priore del monastero di Bose. Egli ha presentato il tema del prossimo Congresso «Cristo in voi, speranza della gloria» con una riflessione ampia e ordinata che ha aiutato a cogliere il senso della speranza cristiana e la sua declinazione eucaristica, per giungere ad alcune attualizzazioni preziose sulla celebrazione e sul dialogo come esercizio di speranza.

Nel pomeriggio, Mons. Diarmuid Martin, che ha ospitato e diretto a Dublino il 50° Congresso Eucaristico Internazionale del 2012, ha presentato un intervento denso di memorie e di riflessioni sottolineando anzitutto che il Congresso Eucaristico Internazionale, come ogni altro evento ecclesiale, non può essere giudicato solo con le categorie del successo o dell’insuccesso ma deve essere accolto come un “dono” di Dio.

La Chiesa particolare d’Irlanda – ha continuato – nonostante le difficoltà oggettive, ha realizzato un Congresso Eucaristico attento alle esigenze dei tempi, senza trionfalismi, che ha coinvolto le forze vive della diocesi di Dublino e di tutta la Chiesa di quel Paese. Così, alla fine, la celebrazione del Congresso è diventata un momento di luce e d’incoraggiamento per le comunità e i cristiani irlandesi, e per tutti i pellegrini ivi convenuti da ogni parte del mondo.

7

Vivere l'Eucaristia in Asia

Nella mattinata di venerdì 26 novembre, l’Arcivescovo di Manila Cardinal Luis Antonio Tagle – una delle figure più rappresentative della Chiesa filippina – ha proposto le sue riflessioni sul ruolo dell’Eucaristia nell’evangelizzazione dell’Asia a partire da un documento della Confederazione delle Conferenze Episcopali Asiatiche del 2009: «Vivere l’Eucaristia in Asia». Nel suo intervento l’Arcivescovo, prendendo spunto dai momenti della celebrazione, ha posto l’accento sull’Eucaristia come esperienza speciale del dialogo di Dio con noi, un dialogo di vita e d’amore. Tutto ciò è fondamentale per tratteggiare la fisionomia della Chiesa in Asia come Chiesa in dialogo con le culture, le religioni, i poveri e i giovani.

Ha preso poi la parola S.E. Mons. Jose S. Palma, Arcivescovo di Cebu e Presidente del Comitato locale di preparazione al 51° Congresso Eucaristico Internazionale. Egli ha presentato all’assemblea il documento-base preparato per l’occasione, illustrandone le peculiarità e i nodi fondamentali, sottolineando la situazione storica e le urgenze pastorali non solo delle Filippine ma dell’intero continente asiatico. Egli ha auspicato che tale documento-base, opportunamente tradotto nelle diverse lingue nazionali, possa permettere alla Chiesa di ritrovare il suo vero posto nella società e nel mondo come comunità missionaria che offre a tutti la Parola che salva.

L’illustrazione del prossimo Congresso di Cebu è continuata con l’intervento del Segretario del Comitato locale, Mons. Dennis Villarojo che, con il suo team, ha puntualizzato lo stato di preparazione al Congresso e i passi intrapresi affinché l’invito della Chiesa filippina alle Chiese dell’Orbe cattolico per celebrare insieme il Mistero Eucaristico possa realizzarsi e portare frutti.

Da ultimo, in serata, padre Vittore Boccardi, S.S.S. ha illustrato il senso del servizio di ciascun Delegato nazionale all’interno delle diverse Chiese particolari. La sua relazione ha chiarito il senso della presenza dei Delegati nazionali a livello teologico e pastorale e il compito cui sono chiamati perché le rispettive Chiese particolari vivano sempre più l’Eucaristia come la sorgente e il culmine della missione. Nella preparazione del Congresso di Cebu è in gioco non solo la missione della Chiesa in Asia ma anche lo sforzo missionario della Chiesa intera.

28

Il legame tra Eucaristia, missione e speranza cristiana

Oltre agli interventi fondamentali appena illustrati, la Plenaria è diventata luogo di condivisione delle esperienze eucaristiche dei diversi Paesi e momento di una gioiosa fraternità manifestata specialmente nelle celebrazioni liturgiche.

L’ultimo giorno dell’assemblea, sabato 27 settembre, è stato segnato in primo luogo dalla celebrazione dell’Eucaristia presieduta dal Cardinale João Braz de Aviz all’altare della Cattedra nella Basilica Vaticana, cui ha fatto seguito l’udienza concessa dal Santo Padre a tutti i partecipanti nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico.

Nel saluto reso a Sua Santità all’inizio dell’udienza, il Presidente ha espresso la gratitudine di tutti per l’incontro così significativo ed ha ricordato che al centro del Congresso che si terrà a Cebu ci sarà il rapporto tra l’Eucaristia e la missione: missione evangelizzatrice sviluppata in Asia soprattutto attraverso la modalità del dialogo. Tutto ciò per raggiungere quelle periferie geografiche e quelle marginalità sociali in cui la presenza del Signore Gesù è altrettanto visibile che nella celebrazione dei sacramenti.

Il Santo Padre, nel suo discorso, ha ricordato che «l’Eucaristia tiene il posto centrale nella Chiesa perché è essa a “fare la Chiesa”. Come afferma il Concilio Vaticano II, riportando le parole del grande Agostino, essa è “sacramentum pietatis, signum unitatis, vinculum caritatis”».

Ha poi aggiunto che «il tema scelto per il prossimo Congresso Eucaristico Internazionale è quanto mai significativo: “Cristo in voi, speranza della gloria” (Col 1,27). Esso pone in piena luce il legame tra l’Eucaristia, la missione e la speranza cristiana. Oggi vi è una carenza di speranza nel mondo, per questo l’umanità ha bisogno di ascoltare il messaggio della nostra speranza in Gesù Cristo... Il 51° Congresso Eucaristico Internazionale offre l’opportunità di sperimentare e comprendere l’Eucaristia come un incontro trasformante con il Signore nella sua parola e nel suo sacrificio d’amore, affinché tutti possano avere vita, e vita in abbondanza (cfr Gv 10,10). Esso è l’occasione propizia per riscoprire la fede come sorgente di Grazia che porta gioia e speranza nella vita personale, familiare e sociale».

86

Per una vita autentica in Cristo

Papa Francesco ha terminato affermando che «l’incontro con Gesù nell’Eucaristia sarà fonte di speranza per il mondo se, trasformati per la potenza dello Spirito Santo ad immagine di colui che incontriamo, accoglieremo la missione di trasformare il mondo donando la pienezza di vita che noi stessi abbiamo ricevuto e sperimentato, portando speranza, perdono, guarigione e amore a quanti ne hanno bisogno, in particolare i poveri, i diseredati e gli oppressi, condividendone la vita e le aspirazioni e camminando con loro alla ricerca di un’autentica vita umana in Cristo Gesù»

Infine il Santo Padre ha affidato alla Madonna il prezioso servizio eucaristico dei Delegati nazionali: «La Madonna protegga e accompagni ognuno di voi, le vostre comunità, e renda fecondo il lavoro che state svolgendo in vista dell’importante evento ecclesiale di Cebu». Al termine dell’Udienza, Papa Francesco ha salutato personalmente tutti i presenti.

L'appuntamento per i Delegati Nazionali è per la prossima primavera quando a Cebu, Filippine, dal 25 al 27 aprile del 2015, si terrà l'ultima Plenaria in preparazione al COngresso del 2016. Nell’occasione si visiteranno i luoghi del Congresso, si sperimenterà da vicino la preparazione all’evento e ci si renderà conto delle diverse modalità di partecipazione.

QUADRO-GIALLO
2

Introduzione del Presidente

ITA

TESTO IN ITALIANO

ENG

THE ENGLISH TEXT

ESP

TEXTO EN ESPAÑOL

14

Relazione di fr. Enzo Bianchi 

ITA

TESTO IN ITALIANO

ENG

THE ENGLISH TEXT

18

Relazione del Card. Tagle, Manila

ENG

THE ENGLISH TEXT

26

Relazione di Padre Boccardi

ITA

TESTO  IN  ITALIANO

ENG

THE ENGLISH TEXT

QUADRO-GIALLO

GALLERIA FOTOGRAFICA PLENARIA - SETTEMBRE 2014


Profilo

    Il primo Comitato permanente per i Congressi Eucaristici Internazionali è nato in Francia nella primavera del 1881 con la benedizione di Leone XIII. Esso raccoglieva i frutti dell’apostolato di san Pierre-Julien Eymard, «apostolo... Continua


INFORMAZIONI

Palazzo San Calisto

00120 Città del Vaticano

Tel.: +39.06.69.88.73.66

Fax: +39.06.69.88.71.54

E-mail: eucharistcongress@org.va

POST-IT