NAZIONALIN

Un movimento eucaristico a livello mondiale

NAPOLI
Medaglia commemorativa del Congresso eucaristico nazionale italiano di Napoli 1891

Fin dal suo sorgere, il Comitato per i Congressi eucaristici internazionali lavorò attivamente per l’organizzazione di Comitati nazionali al fine di promuovere le Opere Eucaristiche in ogni paese «ravvivando lo zelo per il culto del SS.mo Sacramento, facilitando in modo pratico lo stabilimento delle opere eucaristiche ed assicurando così i frutti dei Congressi eucaristici».

    Philibert Vrau, uno dei fondatori dei Congressi, fece il punto della situazione nel rapporto tenuto all’XI Congresso Eucaristico Internazionale di Bruxelles nel 1898: «In Spagna, l’organizzazione generale, preparata da molti anni, è un fatto compiuto a partire dal Congresso Eucaristico tenuto a Madrid nel 1897. Un Centro Nazionale Eucaristico è istituito nella capitale e si compone di diversi membri residenti a Madrid e di un delegato per ciascuna provincia ecclesiastica del regno […]».

    A proposito degli Stati Uniti l'oratore faceva presente che «a seguito di numerosi congressi tenuti a Washington e all’università di Notre-Dame (Indiana), il movimento delle opere Eucaristiche è stato centralizzato nelle mani di Mons. Maes, vescovo di Covington, sostenuto dai Benedettini di Saint-Meinrad». «In Italia – continuava - è l’Unione promotrice delle Opere Pie di Roma che ha preso l’iniziativa di un Comitato Permanente dei Congressi Eucaristici in Italia. Con l’autorità del Sommo Pontefice, questo Centro Eucaristico d’Italia è stato fissato a Firenze. Esso decide in quale luogo si debbano tenere i Congressi Eucaristici italiani… Il Comitato nazionale Italiano ha così contribuito grandemente al successo dei Congressi Eucaristici di Orvieto e Venezia, che hanno seguito i Congressi di Napoli e Torino» (Philibert Vrau, Organisation générale des Oeuvres eucharistiques par nations, Bruxelles 1899). Il voto del Vrau diede un forte impulso all’istituzione di Comitati nazionali visto che ben presto essi cominciarono a sorgere un po’ in tutto il mondo.

    Il primo Congresso eucaristico nazionale fu celebrato in Ecuador nel 1886. Seguirono l'Italia nel 1891 (Napoli), la Spagna nel 1893, l’Uruguay nel 1894, l’India nel 1898, l’Argentina e il Venezuela nel 1916, il Messico e il Portogallo nel 1924; la Bolivia nel 1925. Poi la Polonia nel 1930, il Brasile nel 1933, la Lituania nel 1934, il Perù nel 1935.

    Per l’Italia, la realtà del movimento eucaristico nei primi decenni del secolo scorso può essere conosciuta dettagliatamente attingendo alle relazioni trasmesse negli Atti dei Congressi Eucaristici sia nazionali che internazionali. Ad Amsterdam, nel 1924, p. Carlo Maria Poletti tenne una relazione proprio su «Il movimento Eucaristico in Italia». L’oratore, dopo avere enumerato i protagonisti del movimento, da Pio IX fino a Pio XI, da sant’Alfonso Maria de’ Liguori, al Cottolengo, al padre Eymard, al Cafasso e a don Bosco, enumerava quanti erano impegnati in prima persona in questa animazione a livello nazionale: la Congregazione del SS. Sacramento, il Movimento dei Sacerdoti adoratori, la Lega sacerdotale per la Comunione frequente, la Lega eucaristica di Milano, i Paggi, i Crociatini, le Confraternite del SS.mo Sacramento rinnovate, l’Aggregazione od Ora mensile di adorazione, la Visita quotidiana, ecc.

    Faceva poi seguire un breve cenno cronologico statistico dei Congressi Eucaristici: «In Italia abbiamo avuto dapprima d’un tratto, a breve distanza l’uno dall’altro, ben cinque Congressi eucaristici nazionali: Napoli (1891), Torino, Milano, Orvieto, Venezia che andarono a gara con i Congressi Eucaristici Internazionali che si celebravano in altre nazioni… Poi più nessuna città si fece avanti… Ma ecco nel 1913 tenersi in Roma il 1° Congresso Eucaristico Nazionale dei sacerdoti Adoratori cui presero parte un 3000 sacerdoti, convenuti da ogni parte d’Italia, con 50 vescovi e 5 cardinali. Studiati i mezzi più efficaci per sempre meglio tradurre in pratica i due decreti di Pio X sulla Comunione frequente e sulla Comunione dei fanciulli… l’imponente assemblea decise la celebrazione dei Congressi Eucaristici Diocesani, Regionali e Nazionali e ottenne dal Santo Padre, a tale scopo, l’istituzione del Comitato Permanente Nazionale con Presidente nominato da Sua Santità».

    Dal 1881 fino ad oggi sono stati celebrati nel mondo 51 Congressi eucaristici internazionali e più di 250 nazionali. Il computo esatto dei Congressi eucaristici nazionali è problematico perché alcuni di essi furono celebrati nelle colonie delle potenze europee, altri nei vicariati apostolici che radunavano diversi Paesi di missione, altri ancora in Paesi che hanno cambiato la loro denominazione. (v.b.)

QUADRO-BLU

Vengono qui sotto proposte le liste dei Congressi Eucaristici Nazionali che si sono tenuti in tutto il mondo a partire dal 1886, in schede divise per continenti, che presentano tutte le notizie fondamentali disponibili fino ad oggi. Cliccando sull'immagine, queste schede si  scaricano in formato pdf.

CENAMER

AMERICA

115 Congressi Eucaristici Nazionali

CENAFR

AFRICA

21 Congressi Eucaristici Nazionali

CENASI

ASIA

25 Congressi Eucaristici Nazionali

CENEUR

EUROPA

90 Congressi Eucaristici Nazionali

CENAUSTR

OCEANIA

  3 Congressi Eucaristici Nazionali

QUADRO-BLU
CEBU-FLAGN

Profilo

    Il primo Comitato permanente per i Congressi Eucaristici Internazionali è nato in Francia nella primavera del 1881 con la benedizione di Leone XIII. Esso raccoglieva i frutti dell’apostolato di san Pierre-Julien Eymard, «apostolo... Continua


INFORMAZIONI

Palazzo San Calisto

00120 Città del Vaticano

Tel.: +39.06.69.88.73.66

Fax: +39.06.69.88.71.54

E-mail: eucharistcongress@org.va

POST-IT