FRANCESCO

UDIENZA DI PAPA FRANCESCO

AI PARTECIPANTI ALLA PLENARIA DEL PONTIFICIO COMITATO
PER I CONGRESSI EUCARISTICI INTERNAZIONALI

Celebrare un Congresso eucaristico in una città moderna e multiculturale come Budapest, nel 2020, i cui Vangelo e religione sono diventati marginali, significa diffondere una “cultura eucaristica”, cioè “un modo di pensare e di operare fondato sul Sacramento ma percepibile anche al di là dell’appartenenza ecclesiale”. Papa FRancesco lo ha ricordato ai partecipanti all’assemblea plenaria del Pontificio Comitato per i Congressi Eucaristici Internazionali, ricevuti in udienza sabato 10 novembre 2018 al termine dei lavori.

Dopo aver salutato il presidente del comitato, l’arcivescovo Piero Marini e la delegazione del comitato ungherese guidata dall’arcivescovo di Budapest Peter Erdő, che sta organizzando il congresso previsto dal 13 al 20 settembre del 2020, il Papa ricorda che in Europa oggi le comunità cristiane “attendono una nuova evangelizzazione capace di confrontarsi con la modernità secolarizzata e con una globalizzazione che rischia di cancellare le peculiarità di una storia ricca e variegata”.

«Cosa significa - ha chiesto Francesco - celebrare un Congresso Eucaristico nella città moderna e multiculturale in cui il Vangelo e le forme dell’appartenenza religiosa sono diventati marginali?». Significa collaborare con la grazia di Dio per diffondere, mediante la preghiera e l’azione, una “cultura eucaristica”, cioè un modo di pensare e di operare fondato sul Sacramento ma percepibile anche al di là dell’appartenenza ecclesiale

In una Europa «malata d’indifferenza e attraversata da divisioni e chiusure - sottolinea Papa Francesco - i cristiani rinnovano, di domenica in domenica, il gesto semplice e forte della loro fede: si radunano nel nome del Signore riconoscendosi fratelli». E così si ripete il miracolo: nell’ascolto della Parola e nel gesto del Pane spezzato anche la più piccola e umile assemblea di credenti diventa corpo del Signore, suo tabernacolo nel mondo. È così che l’Eucaristia può far nascere atteggiamenti che realizzano una cultura eucaristica, come la comunione, il servizio e la misericordia.

Il testo completo

QUADRO-VERDE
COMITATON

PROFILO E STRUTTURA DEL PONTIFICIO COMITATO

QUADRO-VERDE
COMPOSIZIONE

COMPOSIZIONE: PRESIDENTE, MEMBRI E SEGRETERIA

QUADRO-VERDE
DELEGATIN

DELEGATI NAZIONALI DELLE CHIESE PARTICOLARI

QUADRO-VERDE
STATUTON

LO STATUTO DEL PONTIFICIO COMITATO DEL 2009

QUADRO-VERDE
ATTIVITAN

L'ATTIVITA' DEL PONTIFIICO COMITATO NEGLI ULTIMI ANNI

QUADRO-VERDE

Profilo

    Il primo Comitato permanente per i Congressi Eucaristici Internazionali è nato in Francia nella primavera del 1881 con la benedizione di Leone XIII. Esso raccoglieva i frutti dell’apostolato di san Pierre-Julien Eymard, «apostolo... Continua


INFORMAZIONI

Palazzo San Calisto

00120 Città del Vaticano

Tel.: +39.06.69.88.73.66

Fax: +39.06.69.88.71.54

E-mail: eucharistcongress@org.va

POST-IT-BUDA

I CONGRESSI: 1881-2016

EMMAUS

I Congressi Eucaristici Internazionali, a partire dal loro primo appuntamento nel 1881, si sono trasformati in un movimento eucaristico mondiale.

Cinquanta Congressi Internazionali

EUCARISTIA E CHIESA

due

Il Comitato per i Congressi Eucaristici Internazionali, da 132 anni lavora...

Statuto